sabato 30 giugno 2012

Tortilla di salmone e camembert



Tortilla di salmone e camembert

salmone affumicato 300g
camembert 300g
uova 6
cipollotti 2
erba cipollina tritata 1 cucchiaio
aneto tritato 1 cucchiaio
coriandolo tritato 2 cucchiai
sale 1 cucchiaino
pepe nero macinato fresco 1 cucchiaino
rametti di aneto

Sistemare 200g di salmone affumicato e 200g di camembert in una teglia. In una ciotola lavorare le uova con i cipollotti tagliati a rondelle, l’erba cipollina, l’aneto, 1 cucchiaio di coriandolo, il sale e il pepe, versare il tutto nella teglia e cuocere in forno a microonde a 750w per circa 7 minuti. Suddividere la tortilla nei piatti, completare con il salmone e il camembert rimanenti, il coriandolo tritato, qualche rametto di aneto e servire.

sabato 9 giugno 2012

Heinz Beck. Il Re di Roma


Roma del Gambero Rosso 2013
Heinz Beck, unico tre forchette, si conferma Re di Roma

Ricca e articolata come poche altre, più facile da consultare e più ghiotta da leggere, così si presenta la ventitreesima edizione della Guida di Roma del Gambero Rosso. Con ben 1250 indirizzi selezionati e con oltre 100 novità recensite, l’edizione 2013 si arricchisce di innovativi premi e nuove classificazioni.

La piazza irrequieta ed effervescente della Capitale, mentre da una parte vede stabile l’inossidabile Heinz Beck chef de La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri, unico tre forchette di questa edizione con ben 95 punti, dall’altra registra il crescente successo della cucina fusion, dei locali etnici ma anche delle trattorie, tradizionali o moderne che siano, con le loro interpretazioni dei piatti del repertorio romanesco.
Accanto a “big” come Anthony Genovese, Oliver Glowig e Salvatore Tassa che si aggiudica il primo posto come migliore cucina con il suo ristorante Le Colline Ciociare di Acuto, tra le new entry ecco approdare Noda Kotaro in via Veneto al Magnolia e il ristorante Pipero al Rex che raggiunge le due forchette con il giovane chef Luciano Monosilio che si aggiudica anche il Premio Speciale Provincia di Roma Giovane Chef Emergente.

Un’edizione che mai come quest’anno dimostra di essere stata pensata per chiunque, per chi viaggia e per chi ama il proprio quartiere, per curiosi e per fanatici e, soprattutto, che si vuole adeguare al periodo di crisi segnalando la qualità che non intacca il portafoglio. Confermati infatti i premi qualità/prezzo (Molì a Testaccio, Le Tre Zucche a Portuense e Sora Maria e Arcangelo a Olevano Romano) e classificati per la prima volta birrerie, etnici e pizzerie, con una valutazione che va da uno a tre, rispettivamente, boccali, mappamondi e spicchi. Due i locali premiati con i tre spicchi per l’eccellenza delle loro pizze: La Fucina a Portuense e Sforno al Tuscolano.
Altra novità, sempre per il concetto di “alta qualità per tutti”, è l’indicazione delle tavole con menu per celiaci.

E a premiare insegne, progetti, uomini e donne che di cibo, vino e birra fanno anche cultura ecco per la prima volta i Premi Roma 2013 (Aromaticus - Pausa Gourmet, Le Bon Bock Whisky Shop - Birroteca, Signorini - Carni&Salumi, De Bellis - Catering&Delivery, Brunori - Gastronomia, Fiorditè - Tè&Torrefazione), a chi si è distinto nell’inventare formule inedite o nell’investire in una crescita qualitativa, continua e costante.
Altra novità è il Premio Lunch d’Autore assegnato al ristorante Metamorfosi con lo chef Roy Caceres.

Settimo anno consecutivo di collaborazione tra Gambero Rosso e la Provincia di Roma sempre più convinta che i prodotti enogastronomici e tutte le attività legate alla cucina e alla ristorazione costituiscano un pezzo importante dell’identità e della creatività di un territorio. Con i premi ai cosiddetti “Artigiani del Territorio” (Farro Zero - Pizza a taglio, daRe - Gelateria, AmoR di Pasta - Pasta fresca, Sans de Blé - Pasticceria) si cerca di mettere in luce le eccellenze dell’enogastronomia romana che contribuisce a far crescere un settore determinante per Roma e che porta a creare nuove opportunità per il turismo e l’economia.

Ma la guida di Roma 2013 vuole essere sempre più in grado di offrire alternative di ristorazione per tutti. Confermata quindi e ancora più ricca di segnalazioni la sezione mangiar sempre: luoghi per un cocktail d’autore, un prodotto di nicchia o una birra artigianale spillata alla perfezione, posti giusti per una pizza “da passeggio” e, infine, indirizzi perfetti per una pausa gourmet in ogni momento della giornata.