martedì 30 novembre 2010

Soupe aux oignons


Soupe aux oignons

cipolle 1kg
burro 75g
farina 2 cucchiai
brodo di pollo 1l
pane 250g
groviera grattugiato 100g

Tagliare le cipolle a fettine sottili, versarle in una casseruola con il burro e farle cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti o sino a quando saranno morbide e cremose. Unire la farina e mescolare bene. Aggiungere il brodo di pollo e cuocere ancora per 30 minuti. Affettare il pane, abbrustolirlo da entrambi i lati, sistemarlo nei piatti e unire il groviera grattugiato. Suddividere la zuppa nei piatti e servire.

giovedì 25 novembre 2010

Pumpkin Pie


Pumpkin Pie

per la pasta brisée
farina 400g
burro 200g
sale 1 cucchiaino
acqua 150ml

per il ripieno
zucca 500g
uova 2
zucchero 150g
panna 250ml
brandy 1 cucchiaio
chiodi di garofano in polvere mezzo cucchiaino
cannella in polvere 2 cucchiaini
zenzero grattugiato 1 cucchiaino

per servire
panna 250ml

Mettere la farina in un mixer con il burro e il sale e lavorare gli ingredienti sino ad ottenere un composto dall’aspetto farinoso. Aggiungere l’acqua e lavorare ancora sino ad ottenere una pasta dalla consistenza omogenea ed elastica. Avvolgere la pasta brisée in uno strato di pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. Nel frattempo, tagliare la zucca a cubetti, sistemarla in una teglia e cuocerla in forno a 180° per circa 30 minuti. Lasciar raffreddare. Versare la zucca nel mixer e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo. Stendere la pasta in uno stampo per crostata da 24-26 cm e bucherellare il fondo con una forchetta. Cuocere in forno a 200° per circa 20 minuti o sino a quando non sarà leggermente dorata. In una ciotola lavorare le uova con lo zucchero sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unire la zucca, la panna, il brandy, i chiodi di garofano, la cannella e lo zenzero e amalgamare bene. Versare il composto nella base di pasta brisée e cuocere in forno a 180° per circa 45 minuti. Servire la crostata di zucca con la panna montata.

martedì 23 novembre 2010

Tacchino ripieno alle erbe aromatiche



Tacchino ripieno alle erbe aromatiche

cipolle 2
olio di oliva 4 cucchiai
pangrattato 300g
burro 150g
salvia 1 cucchiaino
timo 1 cucchiaino
origano 1 cucchiaino
rosmarino 1 cucchiaino
sale 2 cucchiaini
pepe nero macinato fresco 2 cucchiaini
tacchino 5kg
brodo di pollo 1l

per la salsa gravy
fondo di cottura del tacchino
farina
2 cucchiai
brodo di pollo 500ml
brandy 1 cucchiaio

Tagliare le cipolle a fettine sottili, sistemarle in una padella antiaderente con l’olio di oliva e farle cuocere a fuoco lento per circa 10 minuti o sino a quando saranno morbide e dorate. Versare le cipolle in una ciotola. Aggiungere il pangrattato, 100g di burro fuso, la salvia, il timo, l’origano, il rosmarino, 1 cucchiaino di sale e 1 cucchiaino di pepe nero macinato fresco e mescolare bene. Lavare il tacchino, asciugarlo e farcirlo con il ripieno alle erbe aromatiche. Legare insieme le zampe del tacchino con spago da cucina. Disporre il tacchino in una teglia. Sfregarlo con il burro, il sale e il pepe. Unire il brodo di pollo, coprirlo con carta stagnola e cuocerlo in forno a 200° per circa un’ora. Togliere la carta stagnola e cuocerlo ancora per circa un’ora. Per preparare la salsa gravy versare il fondo di cottura del tacchino in una casseruola. Aggiungere la farina e scaldare a fuoco medio per 4-5 minuti. Unire il brodo di pollo e il brandy e proseguire la cottura a fuoco vivace per circa 10 minuti o finché la salsa si sarà addensata. Affettare il tacchino e servirlo con la salsa gravy.

domenica 21 novembre 2010

Zuppa di mais


Zuppa di mais

pannocchie 8
cipolla 1
burro 50g
acqua 500ml
latte 250ml
paprika 2 cucchiaini
fior di sale 1 cucchiaino
foglioline di coriandolo

Rimuovere le foglie e le barbe dalle pannocchie e con l’aiuto di un coltello molto affilato ricavarne i chicchi. Tagliare la cipolla a fettine sottili, versarla in una casseruola con il burro e farla cuocere a fuoco lento per circa 2 minuti. Aggiungere i chicchi di mais, l’acqua, il latte, 1 cucchiaino di paprika e il fior di sale e far cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti. Frullare fino a ottenere un composto omogeneo. Suddividere la zuppa nei piatti, completare con un pizzico di paprika, qualche fogliolina di coriandolo e servire.

venerdì 19 novembre 2010

Tarte aux figues



Tarte aux figues

per la pasta frolla
farina 250g
burro 150g
zucchero 100g
uova 1

per il ripieno
uova 2
zucchero 80g
burro 50g
farina di mandorle 200g
fichi 6
miele 2 cucchiai

In una ciotola unire la farina e il burro. Aggiungere lo zucchero e l’uovo e lavorare l’impasto sino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. Avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per almeno un’ora. Stendere la pasta in uno stampo rettangolare di circa 11×35 cm e bucherellare il fondo con una forchetta. Cuocere in forno a 180° per circa 15 minuti. In una ciotola lavorare le uova con lo zucchero sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unire il burro e la farina di mandorle e amalgamare bene. Versare il composto nella base di pasta frolla e coprire con i fichi tagliati a fettine sottili. Mettere il miele in un pentolino e scaldare a fuoco medio fino a quando non si sarà completamente sciolto. Spennellare la crostata con il miele. Cuocere in forno a 180° per circa 20 minuti.

mercoledì 17 novembre 2010

Crostata di more e ribes bianco*


Crostata di more e ribes bianco*

per la base
biscotti secchi 250g
burro 75g

per il ripieno
uova 1
zucchero 75g
mascarpone 500g
succo di lime 1 cucchiaio
tequila 1 cucchiaio

per decorare
more 400g
ribes bianco 100g

Mettere nel mixer i biscotti e il burro fuso e frullare sino ad ottenere un composto omogeneo. Trasferire il composto in uno stampo per crostata da 24-26 cm e farlo aderire sulla base e sui bordi. Lasciar riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. In una ciotola lavorare il tuorlo con lo zucchero sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unire il mascarpone, il succo di lime, la tequila e mescolare bene. Montare l'albume a neve e amalgamarlo al composto. Versare la crema nella base e coprire con le more e il ribes bianco.

*Delizie Divine, Nigella Lawson, Luxury Books.

domenica 14 novembre 2010

Crostata di arance



Crostata di arance

per la pasta frolla
farina 250g
burro 150g
zucchero 100g
uova 1

per il ripieno
succo d’arancia 100ml
scorza d’arancia grattugiata
zucchero
50g
miele 150g
bicarbonato 1 cucchiaino
burro 50g
farina 75g
uova 1

per decorare
arance 2
miele 100g
succo d’arancia 50ml
panna 250ml

In una ciotola unire la farina e il burro. Aggiungere lo zucchero e l’uovo e lavorare l’impasto sino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. Avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per almeno un’ora. Stendere la pasta in uno stampo rettangolare di circa 11×35 cm e bucherellare il fondo con una forchetta. Cuocere in forno a 180° per circa 15 minuti. Versare in una casseruola il succo e la scorza d’arancia. Aggiungere lo zucchero e il miele e far cuocere a fuoco lento per 7-8 minuti. Togliere dal fuoco, unire il bicarbonato, il burro, la farina e l’uovo e mescolare bene. Versare il composto nella base di pasta frolla e cuocere in forno a 180° per circa 30 minuti. Sbucciare le arance, tagliarle a fettine sottili e adagiarle sulla crostata. Mettere in un pentolino il miele con il succo d’arancia e scaldare a fuoco medio fino a quando il miele non si sarà completamente sciolto. Spennellare la crostata con il miele. Servire la crostata d’arance con la panna montata.

giovedì 11 novembre 2010

Tarte à la rhubarbe


Tarte à la rhubarbe

per la pasta frolla
farina 250g
burro 150g
zucchero 100g
uova 1

per la confettura di rabarbaro
rabarbaro 500g
zucchero 250g
succo di limone 1 cucchiaio

per decorare
zucchero a velo

In una ciotola unire la farina e il burro. Aggiungere lo zucchero e l’uovo e lavorare l’impasto sino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. Avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per almeno un’ora. Stendere i 2/3 dell’impasto in uno stampo per crostata da 24-26 cm e bucherellare il fondo con una forchetta. Cuocere in forno a 200° per circa 20 minuti o sino a quando non sarà leggermente dorata. Per preparare la confettura di rabarbaro lavare il rabarbaro, privarlo dei filamenti, tagliarlo a tocchetti di circa 2 cm e versarlo in una casseruola. Aggiungere lo zucchero, il succo di limone e far cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti. Togliere dal fuoco, trasferire in una ciotola e lasciare raffreddare. Versare la confettura nella base di pasta frolla. Stendere l’impasto rimanente, ricavare delle striscioline di circa 1 cm di spessore e sistemarle sulla crostata. Cuocere in forno a 180° per circa 30 minuti. Lasciar raffreddare. Spolverizzare con zucchero a velo e servire.

domenica 7 novembre 2010

Calamari ripieni con patate arrosto



Calamari ripieni con patate arrosto

patate 1kg
olio di oliva 6 cucchiai
aglio 4 spicchi
prezzemolo tritato 2 cucchiaini
fior di sale 1 cucchiaino e mezzo
pepe nero macinato fresco 2 cucchiaini
calamari 1kg
vitello macinato 125g
maiale macinato 125g
uova 2
cipolla 1
maggiorana tritata 2 cucchiaini
sale 2 cucchiaini
farina 100g
olio di oliva 3 cucchiai
vino bianco 200ml
pomodorini 200g
foglioline di prezzemolo

Tagliare le patate a tocchetti di circa 1 cm e sistemarle in una teglia. Condirle con 3 cucchiai d’olio di oliva, 1 spicchio d’aglio, 1 cucchiaino di prezzemolo tritato, il fior di sale e 1 cucchiaino di pepe nero macinato fresco e cuocerle in forno a 200° per circa 45 minuti. Lavare e pulire i calamari. Tenere le sacche intere e tagliare i tentacoli a cubetti. In una ciotola unire le carni e i tentacoli a dadini. Aggiungere le uova, la cipolla tritata, 3 spicchi d’aglio spezzettati grossolanamente, 1 cucchiaino di prezzemolo tritato, 1 cucchiaino di maggiorana, 1 cucchiaino di sale e 1 cucchiaino di pepe nero macinato fresco ed amalgamare gli ingredienti sino ad ottenere un composto omogeneo. Riempire i calamari con il composto e chiuderli con uno spiedino. Passare i calamari nella farina, sistemarli in una padella antiaderente con 3 cucchiai d’olio di oliva e cuocerli a fuoco lento per circa 15 minuti. Unire il vino e lasciare sfumare. Aggiungere i pomodorini tagliati a cubetti, le foglioline di prezzemolo, 1 cucchiaino di maggiorana e un pizzico di sale e cuocere a fuoco lento per circa 30 minuti. Servire i calamari con le patate arrosto.

lunedì 1 novembre 2010

Linguine con porcini e scampi


Linguine con porcini e scampi

porcini 400g
olio di oliva 3 cucchiai
aglio 1 spicchio
sale 1 cucchiaino
pepe nero macinato fresco 1 cucchiaino
scampi 750g
vino bianco 200ml
linguine 400g
foglioline di prezzemolo

Tagliare i porcini a dadini, sistemarli in una padella antiaderente con l’olio di oliva, lo spicchio d’aglio, il sale e il pepe e farli cuocere a fuoco lento per circa 15 minuti. Sgusciare e pulire gli scampi, aggiungerli ai porcini e cuocere ancora per qualche minuto. Unire il vino e lasciare sfumare. Far cuocere le linguine in abbondante acqua salata, scolarle, versarle nella casseruola con gli scampi e i porcini e far saltare il tutto a fuoco vivace per circa un minuto. Suddividere la pasta nei piatti, completare con qualche fogliolina di prezzemolo e servire.